Regolatore di flusso o scarico rapido ?

Quanti sono i modi di fare entrare e uscire l’aria da un cilindro ?

Partiamo dal fatto che i fori che sono presenti su un cilindro hanno misure gas, ossia si misurano in 1/8″, 1/4″, 3/8″, 1/2″, 3/4″,1″. Giusto per specificare: 1/8″ è un ottavo di pollice, 1/4″ è un quarto di pollice e così via, aggiungo una piccola tabella:

Nella pneumatica di cui ci occupiamo qui, difficilmente andiamo oltre il pollice, per cui mi fermo qui.

I più diffusi sono 3:

  1. Il raccordo standard: è un comunissimo raccordo che da una parte ha un filetto che deve essere della stessa misura del foro del cilindro e dall’altra parte ha un attacco ( i più diffusi sono quelli ad attacco rapido ) del diametro del tubo che collega la valvola col cilindro( che si esprime in millimetri ). Per cui potrei avere bisogno di un attacco dritto da 1/4″ tubo 8, oppure curvo a 90° 1/2″ tubo 12 che mi serve a fare entrare il tubo di cui dispongo nel cilindro che devo alimentare.

Aggiungo un paio di immagini:

Possono essere in metallo ( di solito in ottone nichelato ma anche in acciaio inox ) o in tecnopolimero.

2) Oppure posso mettere un regolatore di flusso che è un dispositivo che grazie a una vite permette di regolare il flusso d’aria che arriva al cilindro.

Anche questi possono essere in metallo o in tecnopolimero, come potete vedere nella parte superiore del dispositivo c’è un vite che a seconda di come viene ruotata aumenta o riduce il flusso d’aria che entra nel cilindro, in questo modo posso modificare manualmente la velocità con cui il cilindro entra e/o esce. Solitamente si sceglie la versione che regola l’aria in uscita dal cilindro e non in entrata, infatti esistono le versioni di controllo in uscita o in entrata; diciamo che la versione che controlla l’aria in uscita farà si che il cilindro abbia meno tendenza ad avere una corsa a scatti.

3) Il terzo modo è lo scarico rapido :

 

il cui simbolo è: 

e di cui aggiungo anche un’immagine:

ma per spiegarla riprendiamo un attimo la valvola 5/2. Io ho l’alimentazione che entra da 1, esce ( ipotizziamo ) da 2, alimenta una delle due camere del cilindro ( camera attiva ) e gli fa compiere un’azione. La camera opposta a quella che viene alimentata ( camera passiva ) farà uscire l’aria dal mio raccordo e attraverso il tubo la farà passare da 3 e uscire da 5.

Se metto uno scarico rapido l’aria entrerà da 1 uscirà da 2 esattamente come prima,  la camera passiva farà uscire l’aria dal foro di alimentazione, entrerà nel mio scarico rapido e verrà scaricata direttamente in atmosfera.

Perché usiamo lo scarico rapido? Ovviamente per velocizzare la velocità del cilindro. Per darvi un’idea della differenza di quantità d’aria che entra e che esce da uno scarico rapido vi allego una tabella di un produttore, ovviamente questi dati non sono uguali per tutti i produttori ma almeno vi potere capire di cosa stiamo parlando: il passaggio 1-2 misura la quantità d’aria in entrata, il passaggio 2-3 quella che esce dallo scarico rapido.

Se c’è una cosa bella della pneumatica è che spesso i prodotti hanno dei nomi che contengono la descrizione già fatta e finita …  ;-)))

Come al solito spero di essere stato d’aiuto e al prossimo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *